News - Spring

Fabio Gualdo
4 giugno 2018
Attrezzature-per-automazioni-industriali-anterprima.jpg

La tecnologia di stampa 3D si avvicina sempre più al settore dell’Automazione industriale integrando i propri sistemi all’interno delle linee di produzione. Questo Case Study spiega come si è sviluppato il processo di realizzazione di attrezzature per automazioni con lo scopo di ridurre in modo significativo costi e tempi di produzione.

OBIETTIVI
  • Realizzare attrezzature per la lavorazione in linea del prodotto e per la sua movimentazione
  • Rispettare tempistiche di realizzazione ristrette
  • Ridurre i costi
PROCESSO DI REALIZZAZIONE
STEP 1: Reverse Engineering

L’attività comincia con l’acquisizione del modello digitale del prodotto. Tramite lo Scanner 3D viene acquisito il modello matematico dell’elemento (prodotto del cliente) sia della parte superiore, necessaria per la realizzazione delle mani di presa, che della parte inferiore, necessaria per la realizzazione dei posaggi.

Attrezzature per automazioni industriali Reverse Engineering

Scanner laser necessario per attività di Reverse Engineering

STEP 2:Progettazione

L’ufficio tecnico, grazie alle matematiche 3D acquisite dallo scanner, ha progetto le mani di presa e i posaggi utilizzando, per entrambe le parti, la matematica del particolare scansionata precedentemente. Lo sviluppo dei componenti è stato effettuato con i sistemi Cad 3D installati in azienda e successivamente ottimizzato per Additive Manufacturing.
In questa fase sono state seguite le indicazioni precise del cliente quali posizionamento dei particolari, ingombro massimo del posaggio con corrispondenti centraggi e fissaggi.

Attrezzature per automazioni industriali progettazione

Progettazione delle mani di presa (SX e DX)

Attrezzature per automazioni industriali progettazione posaggio

Progettazione del posaggio

STEP 3:Produzione

Dopo un’analisi tecnica della richiesta del cliente abbiamo consigliato l’utilizzo di due differenti materiali:
Tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) con l’utilizzo del materiale Nylon 12 per la realizzazione delle mani di presa
Tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) con l’utilizzo del materiale ASA per la realizzazione dei posaggi

Spring Srl conta nel suo parco macchine 10 sistemi di produzione FDM di Stratasys che permettono la realizzazione di parti monolitiche di grandi dimensioni o, come in questo caso, gruppi di parti e brevi preserie.

Attrezzature per automazioni industriali produzione

Mani di presa e posaggio realizzati in Additive Manufacturing

STEP 4:Controllo qualità

Tutte le parti realizzate sono state sottoposte a rigorosi controlli qualità garantendo al cliente un servizio completo e un risultato in linea con le stringenti richieste iniziali.

Controllo qualità del posaggio e delle mani di presa

Nel seguente video potrete vedere le mani di presa e i posaggi realizzati in Additive Manufacturing inseriti all’interno di una linea di produzione funzionante.

RISULTATI RAGGIUNTI
 SOLUZIONE

PRECEDENTE

SOLUZIONE

SPRING

DIFFERENZA

Lead time15 giorni lavorativi4 giorni lavorativi-26%
Costi-37%

 

Mandaci il tuo progetto QUI, sarà nostra cura valutarne la fattibilità tecnica e proporti la migliore soluzione possibile!

 

 

 

 


Fabio Gualdo
23 maggio 2018
02_s-1-1280x960.jpg

Con il costante sviluppo della tecnologia di stampa 3D, le aziende che operano nel settore dell’automazione hanno adottato nuovi metodi con l’obiettivo di velocizzare e migliorare la produzione. Parliamo appunto della produzione di attrezzature in Additive Manufacturing che vanno ad aggiungersi o addirittura a sostituire i precedenti componenti in plastica o metallo da metodi tradizionali.

Grazie all’Additive Manufacturing GKN Driveline riduce del 70% i tempi di produzione di attrezzature:

Come esempio si può citare il recente progetto di GKN Driveline Firenze, stabilimento di progettazione GKN. La società ha utilizzato la tecnologia additiva per la produzione di attrezzature per l’automazione riducendo del 70% tempi di produzione. “La capacità di stampare rapidamente in Additive Manufacturing attrezzature personalizzate in base a un’esigenza di produzione specifica offre un livello di flessibilità mai visto prima” spiaga Cavallini, Leader Process Engineer di GKN. “Grazie all’utilizzo del materiale della tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) ULTEM 9085 il particolare prodotto viene utilizzato con successo sulla linea di assemblaggio ed è in grado di resistere all’uso prolungato come una parte in metallo tradizionale”.

Nylon caricato carbonio: un materiale metal replacement ideale per il settore dell’automazione

Stratasys ci presenta un altro caso di successo: l’azienda The Chocolate Factory utilizza il termoplastico della tecnologia FDM caricato con fibra di carbonio, Nylon 12CF, per la sostituzione delle parti metalliche dei suoi sistemi di automazione. Grazie alle significative caratteristiche tecniche, il materiale è in grado di fornire il livello di resistenza richiesto per il metal replacement ed è quindi indicato per la realizzazione di attrezzature di produzione.

L’obiettivo è garantire che la linea di produzione sia sempre operativa e mantenga una produttiva. La professionalità e l’esperienza dell’ufficio tecnico di Spring Srl unita alla disponibilità di materiali altamente performanti permettono di soddisfare le esigenze delle aziende del settore dell’automazione consentendo loro di essere più competitive e performanti.

Da leggere: Automazione Industriale: i vantaggi nell’utilizzo della Stampa 3D

Da leggere: Industrial Automation: Metodi produttivi tradizionali vs Stampa 3D

Sei interessato a valutare soluzioni più vantaggiose per la tua azienda? Chiedi maggiori informazioni qui.

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità del settore? Visita alla nostra pagina Facebook!

 


Fabio Gualdo
2 maggio 2018
spring-fotogramma--1280x720.jpg

Spring Srl si è occupata della progettazione e della realizzazione in Additive Manufacturing del cornetto di aspirazione di una motocicletta da competizione. Gli obiettivi che l’azienda si è posta per il raggiungimento del risultato sono molteplici.

OBIETTIVI
  • Ridurre i costi di produzione del particolare
  • Rispettare tempi di consegna ristretti
  • Realizzare un particolare con caratteristiche tecniche elevate
PROCESSO DI REALIZZAZIONE
STEP 1: Progettazione

Compresa l’esigenza del cliente, la prima attività svolta è stata quella della progettazione del cornetto d’aspirazione. E’ stato sviluppato il modello 3D con uno dei sistemi CAD installati in azienda e successivamente ottimizzato per l’Additive Manufacturing. Durante la fase progettuale sono stati realizzati punti di fissaggio e alloggiamenti per il sensore di temperatura.

Progettazione CAD del cornetto d’aspirazione

STEP 2: Produzione

Le applicazioni in ambito Racing richiedono l’utilizzo di materiali dalle caratteristiche tecniche elevate. I particolari realizzati devono essere in grado resistere a condizioni estreme come le alte temperature, utilizzo agenti chimici e significativi sforzi meccanici. Proprio per questo motivo, per la realizzazione del cornetto d’aspirazione, è stato scelto il Nylon Caricato Carbonio.
Il materiale è costituito da una miscela di Nylon 12 con il 35% di Fibra di carbonio. Questa combinazione lo rende uno dei materiali più rigidi e con il più alto rapporto resistenza/peso disponibile in ambito additive manufacturing.

cornetto d'aspirazione

Particolare realizzato in additive manufacturing

STEP 3: Finitura

Il particolare è stato sottoposto a un trattamento di impregnazione per ridurne la rugosità e migliorarne le performance. Successivamente, come da richiesta del cliente, sono stati inseriti degli inserti.

Cornetto d'aspirazione finitura

Particolare post finitura

STEP 4: Controllo qualità

Nella fase finale il particolare è stato sottoposto al controllo qualità utilizzando la strumentazione di scansione laser. Spring Srl è stata in grado di garantire al cliente le rigorose tolleranze richieste.

cornetto d'aspirazione controllo qualità

Controllo qualità del particolare

RISULTATI RAGGIUNTI
 SOLUZIONE

PRECEDENTE

SOLUZIONE

SPRING

DIFFERENZA

Peso-43%
Lead time2 giorni lavorativi1 giorno lavorativo-50%
Costi-31%

 

Mandaci il tuo progetto QUI, sarà nostra cura valutarne la fattibilità tecnica e proporti la migliore soluzione possibile!

 

 

 

 


Fabio Gualdo
24 aprile 2018
09_s-1280x1703.jpg

Diminuzione del Time to Market:

La rivoluzione digitale e tecnologica sta accelerando i ritmi di progettazione e richiede soluzioni che portino a cicli di produzione sempre più veloci. L’utilizzo della stampa 3D è la soluzione. Produrre attrezzature per il settore Industrial Automation con le tecnologie di produzione tradizionali possono richiedere svariati giorni per la loro completa realizzazione. Con la tecnologia additiva i pezzi finiti sono pronti in tempi molto più brevi e possono essere consegnati nel giro uno o due giorni. Questo permette alle aziende di essere più competitive, efficienti e ridurre il time to market.

Material Saving:

La riduzione degli sprechi nella la manifattura additiva è una caratteristica da non ignorare. Con la tecnologia di stampa 3D FDM (Fused Deposition Modeling) l’unico materiale utilizzato è quello che passa attraverso l’estrusore riducendo drasticamente la percentuale di scarti. Al contrario, la tecnologia tradizionale necessità di attrezzature, che producono sfridi di lavorazione, o stampi.

Realizzazione di forme complesse:

Esistono ulteriori benefici collaterali che molto spesso vengono sottovalutati, anche se per qualche verso più proficui e rilevanti dal punto di vista progettuale. Si pensi ad esempio alla possibilità di realizzare particolari con geometrie multiforme oppure alla maggiore flessibilità di produzione. Nel campo dell’Industrial Automation spesso ci si trova di fronte a particolari con geometrie complesse che se realizzati con metodi tradizionali richiedono particolari attrezzature ed estrema precisione.

Perchè scegliere Spring per il settore Industrial Automation?

Spring Srl opera da tempo nel campo della Prototipazione Rapida e dell’Additive Manufacturing sfruttando al meglio le potenzialità offerte da queste tecnologie in continua evoluzione. L’esperienza e la competenza dei tecnici Spring permettono di offrire ai clienti un servizio completo dalla fase di progettazione fino alle lavorazioni di finitura post-stampa, con lo scopo di rispondere in maniera adeguata alle esigenze del mercato finale.

Da leggere: Automazione Industriale: i vantaggi nell’utilizzo della Stampa 3D

Sei interessato a valutare soluzioni più vantaggiose per la tua azienda? Chiedi maggiori informazioni qui.

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità del settore? Visita alla nostra pagina Facebook!


Fabio Gualdo
10 aprile 2018
Automazione-industriale-1-1280x830.png

Negli ultimi anni la stampa 3D ha fatto passi da gigante offrendo soluzioni all’avanguardia nel campo della prototipazione rapida. Non è un caso quindi che le tecnologie additive oggi siano in grado di inserirsi nel processo produttivo industriale integrandosi all’interno delle linee di produzione automatizzate. Implementando le tecnologie 3D printing all’interno del proprio processo produttivo, le aziende che operano nel settore automazione industriale possono essere maggiormente competitive e performanti.

I tre vantaggi essenziali per il settore automazione industriale:
  • Diminuzione di lead time e costi di produzione
  • Libertà rispetto a qualsiasi vincolo di forma e geometria
  • Riduzione del peso del particolare

La manifattura additiva si presta al settore automazione industriale principalmente per la realizzazione di:

  • Prototipi funzionali
  • Parti strutturali definitive e semi definitive
  • Pezzi di ricambio realizzati “on demand” nel momento esatto in cui sono necessari, eliminando quindi costi di magazzino e stoccaggio.

La tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) offre una gamma di materiali con caratteristiche meccaniche eccellenti.  Il passaggio dall’iniziale realizzazione di soli prototipi all’attuale produzione di pezzi finiti funzionali è stato favorito dalla fruizione di materiali metal replacement come il Nylon 12CF e con caratteristiche tecniche elevate come l’ULTEM 9085.

Perché scegliere Spring?

L’industria italiana è sempre più sensibile al 3D printing e un numero crescente di imprese si interessa all’integrazione della tecnologia 3D in azienda. I 12 sistemi professionali installati in Spring Srl affiancati al know how sviluppato in vent’anni di esperienza ci permettono di soddisfare le richieste più sfidanti provenienti dal settore automazione industriale.

Sei interessato a valutare soluzioni più vantaggiose per la tua azienda? Chiedi maggiori informazioni qui.

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità del settore? Visita alla nostra pagina Facebook!

 


Francesca Perini
25 maggio 2017
Nylon-caricato-carbonio-intervista-1.png

Proprietà meccaniche mai viste prima!

Spring Srl ha lanciato il nuovo Nylon caricato carbonio, un materiale estremamente leggero e con un alto rapporto resistenza-peso.

Si distingue soprattutto per la sua resistenza agli idrocarburi, agli oli normalmente utilizzati nelle applicazioni industriali e può essere sottoposto alle alte temperature.

Grazie alle sue proprietà meccaniche, il materiale resiste fortemente agli stress ed è al contempo molto leggero. Per questo motivo può essere utilizzato per sostituire equivalenti particolari in alluminio.

Vuoi scaricare la scheda tecnica del materiale? Clicca qui

Nylon caricato carbonio: i vantaggi del materiale composito

La tendenza naturale è quella di utilizzare l’alluminio o resine ad alta intensità per la produzione di maschere e attrezzature industriali. In molti casi i termoplastici sono sufficientemente forti ma non hanno la rigidità necessaria. Questo è il momento in cui i materiali compositi entrano in gioco. L’aggiunta di un rinforzo a un polimero di base può modificarne drasticamente la meccanica. Infatti l’orientamento unidirezionale delle fibre di carbonio rendono il materiale estremamente rigido e resistente.

Nylon caricato carbonio

Campi di utilizzo e non solo…

Il Nylon caricato carbonio riveste particolare interesse nei settori Aerospace, Automotive e Motosport. Nello specifico è maggiormente utilizzato per la produzione di automazioni, parti definitive, staffe e attrezzature ad alta prestazione meccanica.

Ideale per una rapida prototipazione, per la produzione di attrezzi robusti e leggeri ma anche per prodotti finiti.

Gli ingegneri industriali  richiedono questo nuovo materiale per produrre attrezzaggi in cui è richiesto l’impiego di materiali ad alta rigidità e robustezza.

I designer, che necessitano di un elevato grado di rigidità, possono produrre su scala ridotta componenti senza alcun limite geometrico.

 

Lo staff tecnico di Spring Srl ha le competenze per ottimizzare il processo di produzione e la capacità di soddisfare requisiti funzionali elevati.

Chiedici subito un preventivo: clicca qui

Leggi l’articolo relativo alla nostra esperienza! clicca qui

Lasciati ispirare e guarda come Utah Trikes ha deciso di applicare il nylon caricato carbonio: guarda il video

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità del settore? Visita alla nostra pagina Facebook!

 

 


Francesca Perini
18 maggio 2017

Nylon caricato con fibra di carbonio: il primo materiale composito ad alte prestazioni capace di sostituire il metallo in diverse applicazioni.

Utah Trikes, cliente beta del Nylon caricato con fibra di carbonio, sfrutta le proprietà del materiale per ridurre in modo significativo i tempi di sviluppo e produzione del prodotto.

” In fase di progettazione non devo più sottostare a limiti di produzione. Posso concentrarmi più liberamente sul design di parti funzionali senza dovermi preoccupare di come modellare l’alluminio o come inserire la stratificazione di fibra di carbonio all’interno degli stampi” afferma Ashley Guy, presidente e CEO di Utah Trikes.

“Lo stampaggio in 3D di componenti in Nylon caricato carbonio avviene più velocemente, con più alte prestazioni di rigidità/peso e con una migliore ripetibilità rispetto a qualsiasi altra tecnologia”, prosegue Guy.

Per saperne di più guarda il video qui sotto!

 

Inviaci il tuo file qui, noi ci occupiamo di tutto resto.

Per scaricare la scheda tecnica del materiale clicca qui.

Se vuoi leggere l’articolo relativo alla nostra esperienza con il Nylon caricato carbonio clicca qui. 

 


Francesca Perini
11 maggio 2017
Nylon-caricato-carbonio-1.jpg

Fabio Gualdo rivela, attraverso questa intervista, quali sono state le sue prime impressioni sull’utilizzo del nuovo materiale Nylon caricato carbonio.

Quali sono le principali caratteristiche del Nylon caricato carbonio?

Abbiamo lanciato da pochi mesi il Nylon caricato carbonio, permettendoci di essere primi in Europa ad avere a disposizione questo eccezionale materiale utilizzabile per processo Additivo. Il materiale ha una matrice di Nylon 12 con un 35% di fibra di carbonio. Le eccezionali caratteristiche di questo nuovo materiale ci permettono di realizzare prodotti meccanicamente superiori, con grande resistenza alle alte temperature e allo stesso tempo estremamente funzionali e leggeri. Unendo le caratteristiche intrinseche del materiale alle capacità di redesign per additive manufacturing si possono realizzare delle parti diversamente non costruibili.

 

Nylon caricato carbonio

In quali settori può essere utilizzato?

Le applicazioni sono trasversali nei vari settori dell’industria meccanica, possono andare da quelle che sono i settori del motosport, aeronautica, macchine automatiche o sistemi di packaging. Secondo la nostra esperienza, il Nylon caricato carbonio, trova la sua massima espressione in tutte quelle applicazioni in cui è necessaria leggerezza ma al contempo estrema rigidità.

Quali sono state le vostre prime impressioni?

Prima di immettere il nuovo materiale nel mercato ne abbiamo testato in modo analitico le caratteristiche meccaniche e termiche. Ad esempio Spring ha utilizzato il nuovo materiale Nylon caricato carbonio per l’esecuzione di varie parti meccaniche, tra le più significative posso citare la realizzazione della leva del cambio di un Quad. L’esito è stato estremamente positivo: impareggiabile qualità di prestazione del materiale e notevole risparmio su tempistiche di produzione. Un altro esempio riguarda la realizzazione di un telaio per un Drone. Dopo una fase di redesign il telaio è stato prodotto in sole 4 ore. Il processo additivo, le conoscenze ingegneristiche e l’utilizzo del nuovo materiale Nylon caricato carbonio ci hanno permesso di produrre il prototipo con un peso dimezzato rispetto al pari oggetto in alluminio e con una resistenza sufficiente per le caratteristiche necessarie.Nylon caricato carbonio

Perché scegliere Spring?

Spring unisce competenze ingegneristiche, conoscenza del processo costruttivo additivo e attenzione ai dettagli. L’azienda attualmente investe una quota importante in ricerca e sviluppo. Vogliamo trasformare quella che oggi viene chiamata stampa 3d in Additive Manufacturing, produzione additiva, proprio perché utilizzare le nostre soluzioni all’interno dell’industria manifatturiera italiana permette ai nostri clienti di essere più performanti e competitivi.

Per scaricare la scheda materiale clicca qui. 

Condividi questo articolo sul tuo Social preferito.


STAMPA 3D

STAMPA 3D

LAVORAZIONI CNC

LAVORAZIONI CNC

FUSIONI METALLO

FUSIONI METALLO

STAMPI IN SILICONE

STAMPI IN SILICONE

PRESERIE

PRESERIE

FINITURE

FINITURE

CARBONIO

CARBONIO


LA NOSTRA SEDE

SPRING SRL

Il team di Spring è a tua disposizione per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

SPRING

INSIEME A


SPRING

SOCIO DI